Orari di esercizio e chiusura temporanea

Orari di esercizio e chiusura temporanea

Le attività commerciali disciplinate dal Decreto legislativo 31/03/1998, n. 114 e le attività di somministrazione di alimenti e bevande disciplinate dalla Legge regionale 29/12/2006, n. 38 possono non rispettare gli orari di apertura e di chiusura. Ad esempio, possono non rispettare l’obbligo di chiusura domenicale, festiva o di mezza giornata settimanale (Decreto legislativo 06/12/2011, n. 201, art. 31, com. 1 che ha modificato il Decreto Legge 04/07/2006, n. 223, art. 3, com. 1, lett. d-bis).

La libertà di aprire nuovi esercizi commerciali senza contingenti, limiti territoriali o altri vincoli di altra natura è un principio generale dell'ordinamento comunitario (Decreto legislativo 06/12/2011, n. 201, art. 31, com. 2). Sono esclusi gli esercizi connessi alla tutela della salute, dei lavoratori, dell'ambiente (anche quello urbano) e dei beni culturali.

Per tutela della salute si intende anche la tutela dall’inquinamento acustico dell’ambiente esterno e dell’ambiente abitativo. Il rispetto della quiete pubblica, quale bene collettivo, è necessario per assicurare la salute dei cittadini e deve essere garantito dagli Enti pubblici competenti, tra cui i Comuni. La quiete pubblica è infatti un fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività (articolo 32 della Costituzione della Repubblica Italiana).

La disposizione dettata dal Decreto legislativo 06/12/2011, n. 201, art. 31, com. 1 non abroga la normativa in materia di inquinamento acustico, pertanto anche le attività commerciali individuate dal Decreto legislativo 31/03/1998, n. 114 e le attività di somministrazione di alimenti e bevande sono ancora tenute ad osservarla.

 

Per i pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande la Legge regionale 29/12/2006, n. 38, art. 17 (orario di apertura) prevede che l’esercente comunichi al Comune l’orario prescelto ed i turni di ferie e ne dia idonea pubblicità mediante esposizione di apposito cartello ben visibile dall’esterno dell’esercizio.

 

Per gli esercizi commerciali vige l’obbligo di esporre l’orario di attività al pubblico visibile all’esterno del locale.

Approfondimenti

Chiusura temporanea di un pubblico esercizio

Se un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande chiude temporaneamente per un periodo superiore a 30 giorni consecutivi è necessario presentare comunicazione. 

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Imprese Lavoro
Io sono: Imprenditore
Ultimo aggiornamento: 11/03/2020 16:38.26